The Royal Collection
NewsSeta e lana di cammello: millenarie tradizioni per fibre senza tempo

Seta e lana di cammello: millenarie tradizioni per fibre senza tempo

Il Cammello asiatico Bactriano viene addomesticato dall’uomo 4 millenni orsono, nelle steppe tra Cina e Mongolia. Per pastori e nomadi rappresenta tuttora l’animale da soma e provviste ideale, grazie alla sua resistenza alle temperature estreme in ambienti poveri di cibo e, soprattutto, in assenza di acqua. Così come per la capra Hircus, da cui si ricava il pregiatissimo Cashmere, anche il cammello possiede un sottomanto tanto fine e folto quanto più rigido è il freddo cui è sottoposto in inverno.

La fibra più preziosa di questo camelide arriva proprio dalla regione desertica di Alashan, in Inner Mongolia, ed è caratterizzata da sofficità e finezza eccezionali. Dal Duvet degli animali adulti si ricava una fibra che varia dai 19 ai 22 micron, mentre dai più giovani esemplari si ottiene la fibra denominata “Baby Camel”, dall’incredibile finezza di 16,5 micron… come il Cashmere più pregiato! Da ogni esemplare si raccolgono tramite pettinatura circa 2,5 Kg di tessuto ogni primavera, quando i Cammelli perdono naturalmente il pelo per affrontare le stagioni calde. La lana di questi animali è incredibilmente morbida, lucente ed elastica, dotata di uniche proprietà traspiranti e anallergiche che, unite alla sua leggerezza, la rendono perfetta per la creazione di indumenti di lusso come cappotti, giacche, sciarpe e maglioni.

Contemporaneamente all’addomesticazione dei Camelidi, si ritiene che in Cina sia nata la “sericoltura”, ovvero la tecnica di allevamento dei bachi da seta. Un’antica leggenda narra che fu Confucio, 2600 anni prima di Cristo, a tramandare quest’arte all’imperatrice Lei Tsu, da allora nota anche come “Dea della Seta”.  Il ciclo di questo pregiato filamento tessile nasce dalla secrezione di un Bombice appartenente all’ordine dei Lepidotteri, il noto “baco da seta”, il quale muovendo la testa secerne due filamenti proteici che si solidificano a contatto con l’aria, formando il prezioso bozzolo setoso.

La seta è una fibra estremamente elastica e sottile ma, al contempo, molto resistente ed è riconosciuta in tutto il mondo come uno dei tessuti naturali più eleganti. Lo spessore delle fibre setose varia dai 10 ai 30 micron, disposte in strutture prismatiche triangolari che permettono alla seta di rifrangere la luce, donandole una lucentezza unica. I capi d’abbigliamento in seta risultano leggeri e traspiranti, grazie alla proprietà isotermica della fibra che mantiene costante la temperatura corporea, assorbendo l’umidità e asciugandosi molto rapidamente.         

Back to top

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi