The Royal Collection
NewsIl Cashmere nell’economia circolare

Il Cashmere nell’economia circolare

Con il diffondersi del nuovo sentimento verso le tematiche ambientali ed i valori della sostenibilità, la domanda si è spostata verso una nuova filosofia di prodotti riciclati che lasciassero in secondo piano la motivazione economica, a favore di quella sostenibile e qualitativa. Sono nati così i filati riciclati in Cashmere puro ed i filati riciclati in misto Cashmere. I metodi per costruire un filato in 100% Cashmere da base riciclata li possiamo riepilogare in due categorie: usando la totalità di materiale riciclato oppure un blend di fibra nuova con materiale riciclato.

I filati realizzati con un blend di fibra nuova e rigenerata sono i più qualitativi e destinati alla maglieria, possono competere senza grandi compromessi con i filati realizzati da fibra nuova, in particolare se questi vengono usati sulle finezze 7gg, 5gg e 3gg. Questa realizzazione beneficia di una maggiore filabilità grazie all’impiego di parte di fibra nuova e questi filati sono generalmente realizzati in titolazioni che variano dal Nm. 1/16 al Nm. 1/21. Questo metodo costruttivo, abbinato ad una titolazione più alta, garantisce una migliore performance al pilling che viene maggiormente garantito da un doppio passaggio di torsione per le titolazioni dedicate alle finezze 5gg e 3gg.

L’impegno di The Royal Collection nell’utilizzo di fibre riciclate è attestato dalla Global Recycle Standard (GRS), una prestigiosa certificazione internazionale che, con cadenza annuale, riconosce la qualità dei prodotti ottenuti da materiali di riciclo e attività manifatturiere dell’azienda. È promossa da Textile Exchange, una delle più importanti organizzazioni non-profit che promuove a livello internazionale lo sviluppo responsabile e sostenibile nel settore tessile. Il GRS prevede il rilascio di una dichiarazione ambientale, che comprova la sostenibilità di tutte le fasi della filiera produttiva, nel pieno rispetto di criteri ambientali riguardanti l’approvvigionamento idrico, lo smaltimento dei rifiuti, le emissioni inquinanti sia a livello atmosferico che del suolo.

Back to top

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi